Chi siamo

L’associazione culturale TAWANTIN è un’organizzazione impegnata nella diffusione degli insegnamenti che provengono dalle comunità delle Ande del Perù, conservati e tramandati oralmente fino ad oggi.

Don Juan  Nuñez del Prado Prado
Nato a Cuzco nel 1945, laureato in antropologia si è interessato di: antropologia sociale, religioni mondiali comparate, studio comparativo delle civiltà, scienze dell’organizzazione sociale. Ha  insegnato dal 1974 al 1997 come Professore di antropologia e capo dipartimento della stessa facoltà dell’Universidad Nacional San Antonio Abad del Cuzco. Dal 1979, per più di 10 anni, è stato l’apprendista del più famoso guaritore spirituale del Cuzco: Don Benito Qoriwaman, indio di Wasau. Dopo la morte del suo maestro Don Juan Nunez del Prado continua l’opera di diffusione degli insegnamenti che affondano le loro radici nelle tradizioni iniziatiche degli Incas. Ha ricevuto insegnamenti ed iniziazioni da molti maestri appartenenti sia alla nazione Q’Ero (la più tradizionale comunità indigena del Perù) che dalla comunità di Cuzco.  Tra i Maestri spiccano Don Andrès Espinoza e Don Melchorre Deza. Nel 1996 e nel 1997 è stato professore ospite della Virginia Commonwealt University di Richmond – Virginia USA -, dove ha insegnato: “Cosmologia e Psicologia nelle Ande” e “Evoluzione delle civiltà andine”. Dal 1997 insegna la tradizione spirituale delle Ande del Perù negli Stati Uniti, Italia, Spagna, Belgio, Olanda, Svezia, Danimarca, Francia, Regno Unito, Islanda e guida gruppi nei più importanti siti sacri della zona di Cuzco per la grande iniziazione dell’Hatun Karpay.

Don Ivan Nuñez del Prado
Così come Don Juan Nuñez del Prado con suo padre Don Oscar Nuñez del Prado, Ivan Nuñez del Prado è entrato presto nel mondo delle energie e dalla cultura andina. All’età di 7 anni ha partecipato alla sua prima iniziazione nel santuario di Qollority, nella zona di Cuzco. Più tardi, ha fatto parte parte del Movimento della Pentecoste Cattolico, ha praticato il Sufismo e ha partecipato a gruppi pentecostali presbiteriani di Cuzco. Nell’anno 1991 è stato iniziato da suo padre al Karpay Ayni e l’anno successivo all’Hantun Karpay. Ha organizzato il primo incontro tra la tradizione andina ed il buddismo tibetano, con il lama Lopön Chechoo Rinpoche (karma kajyu). Oggi, dopo aver realizzato diverse iniziazioni con grandi maestri, insegna la tradizione andina a gruppi di nordamericani ed europei interessati alle antiche conoscenze inca.

Roberto Sarti
Nato a Roma nel 1966, a seguito di una serie di esperienze con il cristianesimo e l’induismo, ha incontrato nel 1997 don Juan Nuñez del Prado, maestro di quarto livello della tradizione andina, ne ne è diventato allievo ricevendone l’iniziazione. Ha ricevuto inoltre, dal 2000 al 2007, l’iniziazione da altri maestri andini quali Don Mariano Apaza, Don Umberto Sonqo e Doña Bernardina, tutti maestri di quarto livello della nazione Q’Ero, la comunità indigena che più ha mantenuto l’integrità degli insegnamenti della tradizione incaica. Dal 2002, dopo aver fondato l’Associazione Culturale Tawantin che si occupa della diffusione della tradizione andina in Italia, condivide gli insegnamenti ricevuti, tenendo conferenze e seminari, in aula ed in siti archeologici, in Italia e all’estero, oltre a guidare gruppi nei più importanti siti sacri della zona di Cuzco (Perù) per la grande iniziazione dell’Hatun Karpay.

Giovanni Feo
Nato a Roma nel 1949, etruscologo e ricercatore, da più di 30 anni svolge lavori di recupero della storia e della cultura etrusca, pubblicando 21 testi trattanti i vari aspetti di questa tematica. Ha incontrato nel 1997 Don Juan Nuñez del Prado dal quale ha ricevuto l’iniziazione al quarto livello della tradizione andina. Socio fondatore della Associazione culturale Tawantin, dal 2002 conduce seminari e conferenze legate alla tradizione andina, con particolare riferimento al collegamento tra la civiltà etrusca e quella delle Ande del Perù. La profonda conoscenza delle civiltà antiche gli ha permesso di costruire numerosi seminari itineranti sui luoghi delle antiche civiltà precristiane, allo scopo di recuperare le radici storico – culturali italiane come fattore determinante del processo di evoluzione della coscienza.

Bibliografia Roberto Sarti
Il seme dell’Inca, Ed.del Cigno, 2006

Bibliografia Giovanni De Feo
Dei della terra, ECIG, 1991
Il mistero delle vie cave etrusche, Stampa Alternativa, 1993
Le città del tufo nella valle del fiora, Laurum, 1996
Le vie cave etrusche, Laurum, 1997
Misteri etruschi, Stampa Alternativa, 2000
Eremiti e romitori di maremma, Laurum, 2001
Prima degli etruschi, Stampa Alternativa, 2001
Miti, segni e simboli etruschi, Stampa Alternativa, 2003

Comments are closed.